12 Aprile 2024
News

Tie break vincente, la PediaTuss Casciavola vola in finale Under 18

PediaTuss Casciavola - Fgl Castelfranco 3-2 (21-25; 25-19; 26-24; 21-25; 15-12)
PEDIATUSS: Bolognini (17), Caponi (10), Chiarugi (4), Corsini (30), Di Coscio (2), Funel (L), Grande (1), Lancioni (1), Marino, Nanni (8), Omiccioli (L), Pancani, Puccini, Pugliesi (3). All. Paolo Lazzerini; II all. Alessandro Tagliagambe; Team Manager: Maurizio Bellandi
CASTELFRANCO: Arzilli, Beconcini, Boldrini, Bottoni, Della Mercede, Ferrante, Franceschi, Giannoni, Manzi, Rossi, Salvini, Spagli, Tosi. All. Bertini
ARBITRO: Gaetano Rafaniello

Sono scoccate le due ore e diciassette minuti di gioco, ed il punteggio è 14-12 per la PediaTuss, quando capitan Corsini va in battuta e recapita in posto uno un pallone velenoso che dopo il tocco dell'avversaria cade a terra. In questo preciso istante parte la festa rossoblù, il Pala Pediatrica esplode di gioia, e l'under 18 casciavolina dopo due anni torna in finale per il titolo territoriale ed assapora anche la gioia di partecipare alla fase regionale, privilegio già comunque acquisito. Per arrivare a quel quindicesimo punto c'è dietro una storia fatta di sofferenza, grinta, rimonte, momenti in cui tutto sembrava perso, altri invece nei quali la PediaTuss sembrava avere il pallino del gioco in mano. Ma partiamo dall'inizio.

La squadra di Lazzerini probabilmente nel primo set rivive l'incubo dello scorso anno, giocare in casa da favoriti, contro una squadra battuta in stagione tre volte su tre pesa non poco sulle spalle delle rossoblù, così Castelfranco parte meglio si porta sul 4-0, ma subisce il ritorno immediato della PediaTuss che passa anche a condurre 17-12. A questo punto la luce si spegne, la palla diventa un macigno e Castelfranco punto dopo punto, sbagliando davvero poco o niente inverte l'inerzia della partita e si aggiudica il primo set.

La squadra rossoblù ora è spaesata, ma il lavoro in panchina di Lazzerini, affiancato per l'occasione da Tagliagambe nel ruolo di secondo allenatore, ricostruisce il morale della squadra che resta aggrappata al set nonostante le ospiti provino a battere il ferro finchè è caldo. Si arriva così sul 17-17 al break che decide il parziale. Un break fatto di muri e attacchi precisi dalle bande, la PediaTuss allunga e pareggia il conto.

Il terzo set è una corsa sulle montagne russe i giochi sembrano fatti quando le rossoblù si portano sul 19-12, ma un passaggio a vuoto rimette tutto in gioco e in un battito di ciglia Castelfranco si porta avanti 23-22 e conquista anche un set point che viene annullato da un attacco da posto quattro che fa a morire sull'incrocio delle righe. Lo scampato pericolo da nuova linfa alla PediaTuss che infila due punti consecutivi e si porta sul 2-1.

Il quarto set inizia bene per le rossoblù, ma stavolta è Castelfranco ha restare aggrappato al match con tutte le sue forze e nel finale ad avere la meglio portando la partita al tie break. Nel set decisivo succede tutto ed il contrario di tutto. Sulle ali dell'entusiasmo della rimonta le ospiti si portano subito avanti, recuperano un minibreak causato da due errori gratuiti e vanno al cambio di campo doppiando la squadra casciavolina, 8-4. Hitchcock non poteva sceneggiare meglio il finale di partita, alla ripresa del gioco un parziale di 5-1 rimette i giochi in parità, Castelfranco ha un ultimo sussulto e si porta sul 12-11, e qui, dopo il time out di Lazzerini arrivano nell'ordine: un punto di Corsini da posto quattro, un attacco che prova a passare sopra il muro di Bolognini ma finisce lungo, un muro di Grande che induce all'errore le ospiti ed infine l'ace descritto in precedenza.

Festa grande per i vincitori, ma onore al merito per gli sconfitti protagonisti di una grande partita, non è una frase fatta dire che entrambe meritavano di giocare la finale e non è neanche una mancanza di rispetto verso il prossimo avversario, l'Invicta Grosseto, che ha strameritato di esserci, però quando una partita termina 3-2 con questa girandola di emozioni anche gli sconfitti sono da applaudire. Infine la società intende ringraziare ancora una volta il pubblico casciavolino che ha preso per mano la PediaTuss e l'ha trascinata alla vittoria, vedere il Pala Padiatrica gremito di mercoledì sera è una gioia per gli occhi e la speranza è che partite come questa siano di ispirazione per le più giovani che non si sono risparmiate con la voce e con i tamburi tanto da tener testa alla grande ad una tifoseria avversaria che, non va dimenticato, è abituata a fer il tifo in platee nazionali come la serie B1.

Se non lo hai ancora fatto, metti il like e seguici sulla nostra pagina facebook!


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Il/la sottoscritto/a, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell'articolo 13 del D.Lgs. 196/2003, l'interessato: - presta il suo consenso al trattamento dei dati personali per i fini indicati nella suddetta informativa? (Per accettare spuntare la casella sottostante)
(qualora il trattamento non rientri in una delle ipotesi di esenzione di cui all'art. 24 del D.lgs. 196/2003)
torna indietro leggi Informativa privacy
 obbligatorio
generic image refresh

cookie